Ladri nel deposito di sigarette

Oggi l'inventario per stimare i danni

Con un escavatore i malviventi hanno sfondato il muro del deposito della “Sud Salento distribuzione” di Surano che fornisce sigarette all'intero Salento. L'allarme li ha messi in fuga

L’escavatore utilizzato per portare a segno il colpo è stato rinvenuto: era stato rubato a Montesano Salento. Ma non si sa se i ladri, che ieri si sono introdotti nello stabilimento della “Sud Salento distribuzione”, abbiano portato via un bottino considerevole o se si siano accontenti degli spiccioli. Certo è che all’interno del deposito di Surano, che rifornisce di sigarette l’intero Salento, i malviventi ci saranno stati per circa sei o sette minuti. L’impianto di allarme ha infatti messo in allerta il 112 e le pattuglie di Nociglia e di Maglie sono subito sopraggiunte sul luogo del fatto. I responsabili del furto erano già fuggiti. Non senza lasciare tracce del loro passaggio: uno dei muri del deposito sfondato per mezzo dell’escavatore e tante pietre prelevate dai muretti a secco e disposte nelle stradine laterali per impedire il sopraggiungere di disturbatori. Oggi la “Sud Salento distribuzione” è impegnata nell’inventario che permetterà di quantificare l’entità del danno subito.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno.In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!