Scippo al bancomat, numero quattro

Nuovo colpo ai danni di una donna

Gli investigatori pensano che l'autore dei quattro colpi ai bamcomat di Lecce sia lo stesso, ma al momento non sono riusciti ad identificarne l'identità

Lo scippatore del bancomat ha colpito ancora. E con quello di ieri pomeriggio, verso le 14.30 circa, i colpi nella città di Lecce sono saliti a quattro. Tutti ai danni di donne. L’ultimo in ordine di tempo è accaduto in via Archita da Taranto. Una donna di 32 anni aveva prelevato dallo sportello “Bancoposta” 150 euro. A quel punto, il malvivente si è avventato contro di lei come una furia ed, in pochi secondi, proprio mentre la malcapitata stava mettendo i soldi in borsa, glieli ha sfilati di mano ed è fuggito via. A piedi, in un primo momento; ma probabilmente aveva un mezzo parcheggiato nei dintorni. Non si sa se l’autore delle rapine sia sempre lo stesso, ma questa sarebbe l’ipotesi verso la quale gli investigatori propenderebbero. Anche perché le quattro vittime hanno dato, di lui, la stessa descrizione: sarebbe alto e magro, sempre con il volto coperto da passamontagna per non essere riconosciuto dalle telecamere delle poste o delle banche.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!