Tentato furto a Ruffano

Probabilo obiettivo dei malviventi, la barca custodita nel garage di casa

Il sistema d'allarme collegato con la centrale operativa della DeIaco Security ha messo in fuga i ladri. Che già avevano praticato un buco nel soffitto per introdursi all'interno dell'abitazione

Rumori di portiere d’auto, seguiti da quelli di una vettura che si allontanava. E’ ciò che i vigilantes della DeIaco Security hanno sentito una volta arrivati presso la casa di campagna di un professionista di Ruffano situata sulla strada per Supersano, da dove era partito il segnale d’allarme collegato alla centrale operativa. Probabilmente i malviventi si sono dati alla fuga allertati dall’arrivo della pattuglia. Giunti all’interno della casa gli agenti hanno notato un foro sul soffitto, dal quale probabilmente i ladri avranno tentato di introdursi all’interno dell’abitazione. Insieme ai carabinieri della compagnia di Casarano gli agenti della DeIaco hanno pattugliato la zona alla ricerca dei fuggiaschi, ma senza alcun esito. Probabilmente nel mirino dei rapinatori vi era la barca custodita nel garage.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno.In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!