Incendi per noia

Continuano i raid incendiari nei dintorni di Novoli

I carabinieri hanno potenziato la loro presenza sul territorio compreso tra Novoli, Magliano e Carmiano. Attualmente sono sulle tracce di un gruppo di piromani che senza un apparente motivazione incendia casolari in periferia

Le identità dei responsabili degli atti incendiari che si stanno susseguendo nelle zone attorno a Novoli, Magliano e Carmiano non si conoscono ancora. Ma i carabinieri sembrano privilegiare la pista che conduce ad un gruppo di giovani balordi che agirebbero per noia. Le abitazioni incendiate, tutte con la stesa modalità, sarebbero almeno in cinque: tre ricadenti nell’immediata periferia di Novoli e due nelle campagne al confine tra Carmiano e Magliano. In alcuni casi i danni sono stati irrisori (solo un annerimento delle pareti); in altri invece sono stati piuttosto gravi ed avrebbero potuto portare conseguenze anche più pericolose per i soccorritori o per i proprietari. Spesso infatti i balordi hanno sfruttato la presenza di bombole di gas per appiccare il fuoco. Lo scoppio di una di esse avrebbe potuto rivelarsi tragica. I carabinieri intanto hanno potenziato la loro presenza sul territorio, in particolar modo negli orari notturni.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno.In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!