Un bacio alla ex. Condannato

Aveva sfondato la porta di casa

Una condanna ad un anno e due mesi di reclusione. Aveva cercato di baciare la moglie da cui si era momentaneamente separato

L. T., di Alliste, è stato condannato ad un anno e due mesi per violenza sessuale in concorso con una violazione di domicilio e ingiurie nei confronti della ex-moglie dalla quale si è separato da circa sei mesi, rispetto a quando si sono verificati i fatti. E’ stato invece assolto dall’accusa di minacce e molestie. La sentenza è stata pronunciata dal collegio della seconda sezione penale, Presidente Silvio Piccinno, a latere Pietro Baffa, relatore Francesco Toriello. Il pm Maria Cristina Rizzo aveva invocato due anni di reclusione. I fatti risalgono all'estate di due anni fa. A luglio L.T. sarebbe entrato in casa della moglie aprendo la porta con una spallata, a settembre una raffica d'insulti (anche a sfondo sessuale) ed il tentativo di baciarla. Era accusato anche di minacce utilizzando del materiale portato con sé, ma i giudici lo hanno assolto perché, secondo le motivazioni, sarebbe stato un racconto costruito ad hoc dalla donna nel timore di perdere l’affidamento della bambina. La ex-compagna, nel processo, è stata ascoltata ma non si è costituita parte offesa. L.T. era difeso dall’avvocato Enrico Chirivì.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!