Un Rigoletto alla Sgarbi

25, 27 febbraio e 1 marzo 2009

Il Rigoletto riletto da Vittorio Sgarbi sarà portato in scena mercoledì 25, venerdì 26 febbraio (ore 20.45) e domenica 1 marzo (ore 18) al Teatro Politeama Greco di Lecce, nell’ambito della 40a Stagione Lirica della Provincia di Lecce, gestita dalla Fondazione ICO Tito Schipa

C’è grande attesa per il Rigoletto nella rilettura di Vittorio Sgarbi, che sarà portato in scena mercoledì 25, venerdì 26 febbraio (ore 20.45) e domenica 1 marzo (ore 18) al Teatro Politeama Greco di Lecce, nell’ambito della 40a Stagione Lirica della Provincia di Lecce, gestita dalla Fondazione ICO Tito Schipa. Sgarbi ha debuttato nel 2002 come regista d’opera proprio con questo celebre melodramma di Giuseppe Verdi, che, con La Traviata e Il Trovatore forma la cosiddetta “trilogia popolare” del maestro di Busseto. L’appuntamento sarà presentato in una conferenza stampa, alla presenza dello stesso Sgarbi, stamattina alle ore 11, nel Foyer del Teatro Politeama Greco di Lecce (Via XXV Luglio, 30). Interverranno, insieme al regista, Loredana Capone, vicepresidente della Provincia di Lecce, Eraldo Martucci, vice presidente della Fondazione ICO “Tito Schipa”, Antonio Cassiano, dirigente del Servizio Attività culturali e museali della Provincia di Lecce, Filippo Zigante, direttore artistico della Stagione Lirica, e Gianna Fratta, direttore dell’Orchestra Sinfonica “Tito Schipa” per il Rigoletto.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno.In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!