Il funerale e i fiori di campo

Nuovo romanzo di Rocco Aprile edito per “i libri di Icaro”

Il circolo culturale Ghetonìa di Calimera con il Patrocinio del Comune di Calimera presenta, questo pomeriggio alle ore 17.00 nella sala del Nuovo Cinema Elio “Il funerale e i fiori di campo”, nuovo romanzo di Rocco Aprile edito per “i libri di Icaro”

Oggi alle 17.00 nella sala del Nuovo Cinema Elio “Il funerale e i fiori di campo”, nuovo romanzo di Rocco Aprile edito per “i libri di Icaro”. Terminato il secondo conflitto mondiale, l’Italia smarrita e testarda guarda al suo futuro. L’eco degli eventi nazionali si riflette nella vita quotidiana di un piccolo paese del Salento, Calimera. E’ tempo per una grande rivoluzione: emigrare, andare a cercare il pane là dove il pane c’è. Con il sogno di ritornare… Il nuovo romanzo di Rocco Aprile “Il funerale e i fiori di campo”, edito per “i libri di Icaro”, ci accompagna in un viaggio negli anni della rinascita, in un Salento che cambia. C'è una continuità con il precedente romanzo griko-salentino “il sole e il sale”, la narrazione giunge alle soglie del Salento contemporaneo svelando la giovinezza e la vitalità di personaggi che hanno compiuto con il loro fare la sostanza culturale di questa terra. La Rina e Rocco, la lambretta e la scoperta di una costa ancora incontaminata, l'Università a Bari e i viaggi e i ritorni, tutto con una scrittura capace di un forte impatto comunicativo. Interverranno, con l’autore: Renato Colaci, Mauro Marino, Leo Palumbo e Salvatore Tommasi Eseguiranno alcuni brani musicali Raffaella Aprile, Enza Pagliara ed Emanuele Licci; Egidio Marullo, Gianluca Milanese, Andrea Tommasi, Apollonio Tommasi.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!