Pd casaranese. Nel mezzo del cammin

Le precisazioni di Remigio Venuti, segretario cittadino del Pd, in merito alle candidature del suo partito

Il Partito democratico smentisce: non ci sarebbe alcun ticket Claudio Casciaro-Gabriele Caputo. I nomi del partito sono ancora tutti in gioco. Intanto il consigliere comunale Francesco Capezza della civica “Casarano Amica” conferma che l’associazione finirà con questa consiliatura

Il segretario cittadino del Partito Democratico, Remigio Venuti, smentisce “con fermezza” le indiscrezioni sulle candidature per le elezioni amministrative del 6 e 7 giugno. Per il responsabile politico del primo partito della città il ticket formato da Claudio Casciaro (candidato sindaco) e da Gabriele Caputo (candidato alla Provincia) non esisterebbe e precisa che il Pd è ancora nel mezzo di un percorso, e quindi non ancora finito, che si concluderà con l’indicazione del candidato per Palazzo dei Domenicani. La nota di Venuti si apre con una netta precisazione: “la notizia è totalmente priva di fondamento”. Con il comunicato stampa diffuso ieri, il segretario ne approfitta per fare il punto sullo stato delle consultazioni interne per giungere all’indicazione del candidato. “Il Pd di Casarano – si legge nella nota – ha avviato, sulla base di un deliberato del proprio coordinamento cittadino, un percorso lineare e trasparente che porterà, con le altre forze di centro-sinistra che lo vorranno, ad indicare la candidatura a sindaco della nostra città di una figura forte, autorevole e rappresentativa. Il Pd – prosegue Venuti – ribadisce che ha all’interno del suo gruppo dirigente figure autorevoli da sottoporre alla valutazione delle altre forze del centro-sinistra per essere candidate a sindaco, ma guarda anche – aggiunge la nota – con assoluto rispetto e attenzione ai processi rappresentativi di pezzi importanti della società casaranese che, all’esterno dei partiti, si riconoscono però nell’orizzonte del centro-sinistra. Il Pd di Casarano, quindi, conferma che sarà la coalizione del centro-sinistra, in rapporto di lealtà e di pari dignità tra tutte le sue componenti, che deciderà la figura del candidato sindaco. Tutti i dirigenti e i militanti del nostro circolo cittadino – conclude la nota – saranno protagonisti di questo processo democratico e partecipato”. Quindi Casciaro, Caputo, Paolo Zompì, Rocco Greco e le altre “figure autorevoli” del Pd rimangono in gioco; ma il segretario politico non esclude un candidato-sindaco esterno ai partiti. Si attendono sviluppi. Intanto, il consigliere comunale Francesco Capezza della civica “Casarano Amica” conferma che l’associazione finirà con questa consiliatura. “L’attività dell’associazione – spiega Capezza – si è fermata da diverso tempo. Noi non vogliamo lasciarla a nessuno e quindi finirà quando sarà sciolto questo Consiglio comunale”.

Leave a Comment