A proposito della Commissione di controllo su Burgesi

La rettifica di Angelo Minenna, segretario del PdCi di Ugento

“Non è vero che nessuno si è mai interessato di chiedere conto dell'operato della Commissione di controllo su Burgesi, come è apparso sul Tacco di febbraio. Il mio partito l'ha fatto”. Angelo Minenna, segretario del Partito dei Comunisti italiani di Ugento, rettifica

La Commissione di controllo sulla discarica Burgesi nacque e decadde nel 2005, dopo pochi mesi di attività. Ma è inesatto dire che nessuno si sia mai interessato di chiedere conto del suo operato, come è apparso sull'articolo “Aborto di una commissione”, pubblicato a p.20 del Tacco d'Italia di febbraio. Lo fece, ad esempio, il PdCi – come spiega il segretario Angelo Minenna – con una interrogazione datata novembre 2006 (rimasta senza risposta), ripresa in un'interpellanza presentata ieri. Riportiamo i testi integrali di interrogazione ed interpellanza. In riferimento all’articolo “Aborto di una commissione”, a firma di Giancarlo Colella, pubblicato sul numero di febbraio del “Tacco d’Italia”, sento la necessità di fare alcune precisazioni. In quell’articolo, infatti, viene affermato che dal 2005, anno di nascita e di morte della Commissione di controllo sulla discarica Burgesi di Ugento, “a nessuno è venuto in mente di chiedere quali siano stati i risultati del lavoro di quella commissione, a tutt’oggi secretati, né tantomeno qualcuno ha pensato di dare vita ad una nuova commissione”. Si tratta di una notizia inesatta, in quanto il Partito dei Comunisti italiani di Ugento, del quale sono segretario, già nel novembre 2006 aveva inoltrato un’interrogazione a risposta immediata, illustrata poi in consiglio comunale, in cui si chiedevano le risultanze dei lavori di quella commissione e la sua eventuale restituzione. Inoltre, a seguito delle proteste popolari che hanno chiesto a gran voce il doveroso controllo in tema di ambiente e di rifiuti da parte degli enti locali, in data 3 febbraio 2009 abbiamo protocollato un’interpellanza con richiesta di risposta scritta ad Eugenio Ozza, sindaco di Ugento, e a Massimo Lecci, assessore all’Ambiente. In quell’interpellanza chiediamo che siano rese pubbliche le attività della commissione di controllo su Burgesi, e che il consiglio introduca una commissione speciale d’indagine sull’intera attività del ciclo di smaltimento dei rifiuti nel territorio di Ugento dal 1991 ad oggi. Angelo Minenna, segretario Partito dei Comunisti italiani Ugento

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!