Picchiato e abbandonato. Presi i colpevoli

I due responsabili sono stati condotti presso il carcere di Lecce

Domenica notte hanno derubato e picchiato un giovane, lasciandolo ferito alla periferia di Zollino. Si trovano già presso il carcere di Borgo San Nicola a Lecce

Hanno sequestrato, picchiato e derubato un giovane di 21 anni di Corigliano d’Otranto perché, hanno detto, doveva loro 400 euro. Poi, lo hanno abbandonato in campagna e sono fuggiti. Sono stati rintracciati ieri i due responsabili di tanta violenza. Si tratta di Romeo Rizzo e Luigi De Matteis, di 33 e 26 anni. Il primo già noto alle forze dell’ordine; il secondo no, fino all’altra notte. I due indagati, condotti presso il carcere di Borgo San Nicola a Lecce, dovranno chiarire che cosa è successo domenica notte a Corigliano ed in particolare perché il 21enne dovesse loro quei 400 euro. Per il resto, la ricostruzione dei fatti è già stata effettuata. I due hanno preso di forza il giovane e lo hanno condotto a bordo della propria Lancia Y alla periferia di Zollino. Lì lo hanno privato del cellulare per impedirgli di chiamare aiuto e lo hanno picchiato servendosi di una pietra, lasciandolo ferito. Il giovane si è potuto salvare grazie all’aiuto di un automobilista; è infatti riuscito a raggiungere la strada e a dare l’allarme.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!