Ultima trovata della scuola leccese:”Cine Web Costa”

Dopo “Galantuomini”, i ragazzi del Costa si lanciano sul mercato

Nasce la 'classe' di produzione cinematografica: : “Non siamo una casa di produzione, siamo una 'classe' di produzione; non produciamo film, produciamo siti ufficiali di film; non siamo dei professionisti, siamo solo studenti che stanno crescendo”, ed è proprio così

Sono i venti studenti della classe 4B dell'Istituto Tecnico Commerciale Costa di Lecce ad aver creato “Cine Web Costa”, un'organizzazione che ha come obiettivo la creazione e gestione di siti web per film. I loro 'clienti' sono le case di produzione e di distribuzione cinematografica, a cui i ragazzi si rivolgono per ottenere l'incarico di realizzare e di manutenere i siti ufficiali dei nuovi film in uscita nei prossimi mesi. Il progetto non nasce dal a, anzi la scuola leccese vanta una certa storia in questo ambito, sempre sul sito della neonata organizzazione www.cinewebcosta.org si scopre infatti che tra i lavori già svolti figurano i siti ufficiali dei film “The Blues” di Martin Scorsese, Clint Easwood, Wim Wenders e altri quattro registi, “Lei mi odia” di Spike Lee, “La Terra dell'Abbondanza” di Wim Wenders e “Intermission” di John Crowley, oltre naturalmente all'ultimo film di Edoardo Winspeare “Galantuomini” su incarico della Acaba Produzioni e Rai Cinema. I ragazzi della “Cine Web Costa” in questo loro nuovo 'lavoro' possono vantare tre punti di forza su cui giocarsi la partita sul mercato. Il primo è l'originalità e la creatività con cui realizzano alcune sezioni “extra”, sezioni che solitamente non compaiono sui siti del film. Tra queste possiamo ad esempio considerare la promozione turistica delle location (vedi il Salento per “Galantuomini”), la descrizione dei background storici, o ancora l'implementazione di sondaggi e concorsi che sono utili ad incrementare l'interesse intorno alla pellicola (vedi “Sex-2-Sex” per “Lei mi odia” e “Cuore o Dovere” per “Galantuomini). Il secondo punto di forza è il potente e capillare servizio di e-mailing, infatti i ragazzi dispongono di ricchi archivi costruiti nel tempo che permettono loro di diffondere informazioni e news in tempo reale su tutto il territorio nazionale, tra questi un archivio di tutti gli operatori del settore cinematografico, un archivio di appassionati cinefili, un archivio di giornalisti e media, etc. Il terzo punto a favore è il compenso, non essendo una vera e propria società, i ragazzi si accontentano di molto poco, ad esempio di poter visionare il film la sera dell'uscita e poi di poter festeggiare tutti insieme in pizzeria! I giovani progettisti web che hanno sviluppato la capacità di tradurre le lezioni dei loro docenti in lavoro concreto sono: Chiara Attanasio, Marco Barletti, Francesco Bergamo, Davide Bottazzo, Eloisa Caporale, Samuela Cappello, Mateus De Cruto, Sergio De Giorgi, Vittorio De Lorenzis, Marco De Luca, Stefano D'Errico, Monica Franchini, Claudia Greco, Silvia Maggiore, Veronica Margiotta, Gianluca Manca, Stefania Quarta, Simone Rizzato, Azzurra Sancesario e Riccardo Tarantini.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!