A Natale? All'Istanbul di Squinzano

Il giorno di Natale con il dj set di Postman Ultrachic

Postman Ultrachic per una Natale da passare tra le danze e la buona musica. L'appuntamento è all'Istanbul cafè

Da molti anni l'Istanbul Cafè festeggia il giorno di Natale con il dj set di Postman Ultrachic. Tra i primi animatori della scena indipendente salentina Postman Ultrachic è un archivio vivente, un'enciclopedia di suoni e generi musicali. Da più di dieci anni dietro ai piatti non è solo un dj ma un cultore e un ricercatore di nuove sonorità possibili. La sua attività si è svolta sempre a cavallo tra musica e incursioni nella letteratura e nel video. La sua grande capacità di miscelare in un'unica selezione epoche e atmosfere più svariate e apparentemente distanti crea un flusso sonoro, una musica unica in cui le assonanze tra generi diversi sembrano tracciare un percorso filologico, un legame tra tutto quello che è musica. E le sue feste sono un rito collettivo, un fiume di note che solo lui sa creare e dominare. Chi frequenta le sue serate si ritrova a ballare sulle canzoni più assurde, dagli anni 50 fino al 2000 seguendo un filo rosso che solo Postman Ultrachic conosce. Ha suonato nei Club di mezza Italia conquistando tutti con il suo stile assolutamente personale ed elegante. Amante del vinile, come un artista attraversa i suoi periodi, momenti in cui i suoi ascolti inseguono un suono, un ritmo o un paese. Questo rende ogni sua esibizione unica, una sorpresa. Chi ha voglia di ballare, ma soprattutto di ascoltare e imparare è invitato a una serata del professore della danza morbida Postman Ultrachic.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!