Svolta per Gospel Children

Quintetto vocale capitanato da Gianfry Ascalone

Per Natale a Lecce proseguono gli appuntamenti della Svolta, un nuovo ristorante e jazz bar che si presenta con una ricetta i cui ingredienti principali sono la cucina semplice, rispettosa dei cicli naturali degli alimenti, e soprattutto la musica

Natale sarà festeggiato con Gospel Children, quintetto vocale capitanato da Gianfry Ascalone, artista galatinese trentanovenne, ma con la faccia e lo spirito dei vent'anni, nonché leader indiscusso del gruppo e frontman di straordinario spessore e carisma. Sin dalla tenera età di sei anni, fino ad oggi, ha praticamente fatto di tutto in campo artistico. Infatti oltre ad essere un apprezzato disegnatore (nel 2002 ha studiato fumetto e illustrazione col M°Gianfranco Belfiore), ha fatto il cabarettista, imitatore, presentatore e nel corso degli anni ha collezionato molteplici esperienze soprattutto in campo teatrale. Ha lavorato come conduttore radiofonico su alcune emittenti locali con programmi contenitore da lui stesso ideati, e ha collaborato con una moltitudine di gruppi prestando la sua voce ai più svariati generi musicali (rock and roll, blues, Gospel, rock, folk irlandese, american folk, jazz funky). Nel 2002 è stato anche fra i coristi di Albano Carrisi. Sul finire del 1994 il M° Toni Saina lo chiama a far parte della Gospel Family e in breve tempo ne diventa elemento di punta e grande trascinatore fino al 2003, anno dello scioglimento della stessa. Ormai innamorato degli spirituals, nel dicembre del 2003, fonda i Gospel Children, realizzando pienamente che non può più fare a meno di “pregare cantando”, e quando qualche tempo fa la sua ex fidanzata gli disse “Scegli, o me o la musica!”…beh, indovinate come è andata a finire.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!