Confidenze sessuali alle alunne. Condannato

Si chiude dopo tre anni l'iter processuale

Aveva raccontato alle alunne, minorenni, le sue esperienze sessuali, coniugali ed extraconiugali.La Corte di Cassazione ha confermato per il prof la condanna ad un anno e quattro mesi di reclusione

Aveva trattato con le proprie studentesse argomenti sessuali troppo spinti, soprattutto in virtù del fatto che la ragazze fossero minorenni. La Corte di Cassazione ieri ha confermato i pronunciamenti del Tribunale e della Corte d’Appello di Lecce, condannando un docente 65enne ella provincia di Lecce per il reato di violenza sessuale. L’iter processuale, che è durato tre anni, si è dunque concluso con la conferma della colpa dell’uomo. Già nel gennaio 2006 il 65enne era stato condannato in primo grado ad un anno e quattro mesi di reclusione; la stessa pena era stata ribadita in appello nel novembre 2007. La Cassazione ha confermato per la terza volta la condanna rigettando il ricorso avanzato dall’insegnante. Questi dovrà pagare, oltre alle spese processuali, anche quelle sostenute dalle studentesse che si sono costituite parti civili per un totale di 3mila euro. La vicenda era nata in seguito alle denunce da parte dei genitori di alcune alunne che avevano raccolto le testimonianza delle figlie; il docente ha ammesso da subito le proprie responsabilità.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!