Impara l’arte

Conciliare senso estetico ed utilità. Ovvero: alla ricerca del vero significato delle opere d’arte pubblica

Una nuova cultura dell’ambiente e del costruire e la tutela, nelle trasformazioni urbane, di memoria e identità del territorio. E’ questo il tema che emerge in “Teknè. Percorsi di Arte pubblica in provincia di Lecce”, volume a cura della fondazione Rico Semeraro

“Teknè Percorsi di Arte pubblica in provincia di Lecce” è un progetto educativo rivolto alla formazione di funzionari e dirigenti pubblici e privati nel settore delle attività culturali, finanziato nell’ambito del POR Puglia 2000/2006. Obiettivo del volume è la creazione di una coscienza estetica: esso individua pertanto delle linee guida, esaminando interventi artistici e monumentali eseguiti in passato in ambito locale, valutandoli nel rapporto con il contesto. Il fine del progetto, strutturato in schede con foto dell’opera d’arte pubblica e suo commento più degli approfondimenti analitici sul tema, è equilibrare in senso architettonico i contesti territoriali, città e campagna, per renderli turisticamente fruibili, impedendo così gli scandali estetici che imbruttiscono il patrimonio storico-artistico e danneggiano le azioni di marketing territoriale, che spesso vengono di fatto neutralizzate dalla diffusa insensibilità al bello. Per comprendere a fondo il valore estetico e artistico delle opere realizzate, basti pensare alle nostre Urbe contemporanee, in cui convivono diversi generi architettonici, che rompono l’armonia e la forma, la città, invece, è l’inconscio dell’architettura. Occorre, è questo il messaggio del libro, andare verso una nuova cultura dell’ambiente e del costruire, tutelando nelle trasformazioni urbane memoria e identità, interrogandosi sul ruolo sociale dell’arte contemporanea, sulla sua praticabilità e diffusione in luoghi e contesti pubblici. La pubblicazione, a cura della fondazione Rico Semeraro, è cofinanziata dal Fse (Fondo sociale europeo), dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali e dalla Regione Puglia. I testi sono a cura di Andrea Mantovano, Nicolangelo Barletti, fondazione Rico Semeraro, fondazione Fitzcarraldo. // La fondazione Rico Semeraro La fondazione Rico Semeraro è stata costituita a Lecce nel 1994; non ha scopo di lucro ed opera per lo sviluppo culturale, sociale ed economico del Mezzogiorno d’Italia, con particolare attenzione ai rapporti con i Paesi dell’area mediterranea. E’ una fondazione operativa che promuove, realizza e sostiene programmi di studio e ricerca nel campo delle scienze umane e sociali.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!