Primarie sì, primarie no. Questo è il dilemma (di Casarano)

Casarano-Bari. Interessanti movimenti sulla scacchiera politica

Il PdL casaranese avrebbe già deciso il nome da candidare alle Amministrative 2009: Francesca Fersino. Il Pd, invece, ancora discute sull’opportunità o meno delle primarie. I ben informati però annunciano: De Masi candidato sindaco e Venuti alla Regione

Ivan De Masi candidato sindaco appoggiato dal centro-sinistra e Remigio Venuti candidato alle elezioni regionali del 2010. Fonti attendibili dall’interno del Partito Democratico provinciale disegnano un quadro simile per la città di Casarano in vista delle prossime tornate elettorali, con l’imprimatur, pare, di un big nazionale. De Masi, tra l’altro, sarebbe appoggiato dall’Udc, se il partito di Casini dovesse decidere di allearsi con il centro-sinistra. Nel Pd casaranese, però, non tutti sono favorevoli ad una candidatura calata dall’alto, seppure condivisa dai vertici locali del partito, e chiedono il rispetto delle regole. In una parola: primarie. Il dibattito interno al Pd sull’opportunità di organizzare le primarie per individuare il candidato-sindaco dura da diverse settimane ed è netta la frattura tra chi le vorrebbe e chi le considera deleterie. Per la prima volta, l’argomento fuoriesce dalle mura della sede di via De Donno e diventa pubblico. “Coerentemente con quanto affermato nelle rare occasioni di discussione interna al circolo – scrive Sergio Stefano del coordinamento cittadino – dichiaro apertamente che le regole devono essere rispettate, anche da chi pensa che non siano opportune e/o funzionali. Pertanto esprimo la mia ferma convinzione che si debbano al più presto organizzare le primarie per la scelta del candidato sindaco del Pd, affinché – prosegue la nota – chiunque, anche Ivan De Masi, possa avere l’opportunità di candidarsi”. Il dirigente democratico richiama l’art. 18 dello Statuto del partito e conclude che la rinuncia a questo strumento democratico “sarebbe la rinuncia alla missione rinnovatrice del Pd”. Ma la strategia di De Masi non prevede questo schema. L’imprenditore non ha ancora annunciato ufficialmente la candidatura per Palazzo dei Domenicani, ma prima di farlo è probabile che aspetti un chiarimento all’interno del Pd. Se dovesse spuntarla, per i suoi potenziali competitori del Pd rimarrebbe la possibilità di correre per un posto al Consiglio provinciale. Intanto, la sua campagna mediatica continua senza soste. Dopo i primi due interventi sui principali siti all-news salentini (e in attesa del terzo, in programma il 5 gennaio), da alcuni giorni sono comparsi in città manifesti con l’invito alle categorie sociali di “dare una mano per costruire la nuova Casarano”. Sono manifesti anonimi, di quelli che dovrebbero destare curiosità, ma si è saputo che sono stati commissionati da De Masi. Nel Popolo della Libertà la situazione sembrerebbe definitiva con la probabile candidatura di Francesca Fersino alla carica di sindaco. Gli ambienti locali di Forza Italia danno questo nome per scontato e precisano che l’annuncio ufficiale non è stato ancora fatto perché si attende la chiusura delle trattative a livello provinciale. Intanto, il PdL ha organizzato una cena-finanziamento per raccogliere contributi in vista della campagna elettorale. L’appuntamento è per il 19 dicembre al ristorante “Sorriso”, in contrada Pineta, con quota di partecipazione di 20 euro, di cui 5 come contributo.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!