Un nuovo sport ai nastri di partenza

I progetti realizzati e quelli da realizzare

Tre macro aree sovracomunali dotate, ognuna, di strutture sportive di alto livello, in grado di contenere tanti appassionati. E’ questa la “rivoluzione” di Flavio Fasano, neoassessore provinciale allo Sport, che per metterla in pratica chiama tutti i Comuni a collaborare

di Donato Nuzzaci La dinamica degli investimenti negli impianti sportivi della Provincia mostra un sempre più consistente giro di soldi dirottati verso la ristrutturazione o la costruzione di nuove strutture: si va da un minimo di un milione ad un massimo di tre milioni di euro all’anno. Ciò significa che negli anni va crescendo l’interesse che l’Ente provinciale riserva alla pratica sportiva. Palazzo dei Celestini non partecipa quasi mai in toto all’investimento predisposto dai vari Comuni salentini; piuttosto tende a sobbarcarsi la metà o un terzo della spesa complessiva per la realizzazione di un progetto. Palestre semplici e polivalenti, impianti sportivi, piscine comunali, campi di bocce, calcio e calcetto, impianto natatori, altri complessi sportivi, impianti per centri termali, piste di ciclismo, campi da tennis, parchi attrezzati. Le opere messe in cantiere (in alcuni casi già portate a termine) dall’ente provinciale nel periodo che va dal 2001 al 2007 soddisfano praticamente tutti gli appassionati di sport, anche chi si diletta nelle discipline meno diffuse. Leggi tutti i progetti della Provincia di Lecce in tema di edilizia sportiva sul Tacco d'Italia di novembre.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!