Torna la banda delle zona industriali

Tentato un nuovo furto di automezzo

La rpntezza di riflessi dell'autista del camion ha sventato il colpoo. Ma il titolare della ditta, stanco dei continui furti, da due giorni dorme lì. I dipendenti si danno il turno accanto a lui

E’ tornata a colpire, alcune sere fa, la banda specializzata in furti di grossi automezzi agricoli. Dopo il colpo portato a segno tre settimane fa, nei giorni scorsi i malviventi hanno tentato di portare via il camion di una ditta di trasporti, situata nella zona industriale di Lecce, che lavora per conto della Fiat. E’ stata la prontezza di riflessi dell’autista del camion a sventare il furto: accorgendosi degli strani movimenti, l’uomo, che era alla guida del mezzo e lo stava conducendo verso il parcheggio, ha accelerato ed è riuscito a bloccarli e ad impedire che portassero a termine i propri intenti. Stanco di subire altri furti, il titolare della ditta, un giovane imprenditore leccese, ha deciso di dormire nei suoi locali. I dipendenti si danno il turno accanto a lui.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!