Sì, no, forse.

Pellegrino getta definitivamente la spugna

Giovanni Pellegrino non si ricandida alle elezioni del 2009 per la presidenza delle Provincia

Nel corso della riunione dell’esecutivo del Partito Democratico provinciale di ieri 17 ottobre, Giovanni Pellegrino ha escluso la possibilità di ricandidarsi alle amministrative del 2009, adducendo motivazioni personali e politiche. Si chiude una fase molto inserta nella quale il presidente ha prima escluso, poi aperto uno spiraglio, posto condizioni, ritrattato e infine escluso definitivamente la candidatura. 14 ottobre 2008 di Giovanni Pellegrino* Ho ricevuto da tutte le forze politiche della coalizione, ancora una volta, una attestazione di così forte solidarietà da impormi di far tacere le ragioni personali che mi indurrebbero a fare un passo indietro. Da molti interventi della maggioranza sono emersi, però, problemi di intesa e di quadro politico che dovranno essere affrontati e risolti dai partiti che compongono la coalizione, con un percorso che ovviamente non potrà essere lungo e al quale ho assunto l’impegno di collaborare. Il primo, ma non ultimo, passo sarà l’incontro con l’esecutivo del Partito Democratico di venerdi e successivamente con la sua Assemblea provinciale. *presidente della Provincia di Lecce 13 ottobre 2008 Pellegrino lascia Il Tacco lo aveva ritratto così solo i primi di ottobre. Invece a distanza di pochi giorni Giovanni Pellegrino, presidente della Provincia di Lecce, ha reso nota la sua decisione di non riprovarci. Nè con le Primarie nè senza Primarie. Non correrà più per la poltrona di presidente della Provincia. Il toto-successore è già partito.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!