Per chi suonava la campanella

Quando i grandi erano piccoli. Sui banchi di scuola

I vip ai tempi della scuola. Quelli da ultima fila, strategicamente nascosti in fondo alla classe; e quelli da tenere d’occhio, proprio accanto alla cattedra della maestra. Ai tempi del grembiule e dei voti sulla pagella. Come Gelmini insegna

La campanella, il compagno di banco, il maestro oltre la cattedra. La lavagna, sempre un po’ consumata dall’uso, e poi la ricreazione. La cartella piena, a volte troppo!, di libri. Infine il grembiule. Immancabile nei primi anni di scuola. Blu, nero, bianco. Con fiocco o senza; con colletto ricamato o meno. Must dell’abbigliamento scolastico di una volta, oggi ritorna prepotentemente a vestire gli studenti di tutta Italia (è una delle reintroduzioni volute da Maria Stella Gelmini, ministra dell’Istruzione, insieme ai voti sulla pagella). Una divisa che accompagna i ricordi dei tempi della scuola, più o meno lontani nel tempo. Abbiamo preso spunto dal ritorno del grembiule in classe, per chiedere al alcuni volti noti salentini quale ricordo conservino di quando lo indossavano e, con temerarietà, di mostrarci la loro pagella. Questi ci hanno raccontato gli anni della giovinezza e dell’adolescenza. Dei bei rapporti con i docenti, delle prime vere amicizie. Di un tempo fatto di cose semplici, del quale oggi hanno nostalgia. (leggi i ricordi dei vip salentini, guarda com'erano ai tempi della scuola e leggi le loro pagelle sul Tacco di ottobre, in edicola)

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!