De Masi a Palazzo. Reazioni a catena

La città è ormai entrata in pieno clima pre-amministrativo

Continuano i dibattiti in seno ai partiti cittadini, in seguito alla voce di una candidatura di Ivan De Masi, vicepresidente Italgest alla carica di sindaco di Casarano

L’ipotesi di una candidatura a sindaco di Ivan De Masi, vice presidente del Gruppo Italgest, è arrivata sulla città come l’uragano “Ike” sugli Stati Uniti. Il sindaco Remigio Venuti, che è anche responsabile cittadino del Partito Democratico, ha convocato l’assemblea di coordinamento del partito per discutere della situazione politica, in particolare di questa clamorosa novità, che ha sorpreso, e preoccupa, non poco i maggiorenti della prima forza politica della città. L’assemblea dei democratici si terrà questa sera (ore 19) nella sede di via Angela De Donno. Intanto, prosegue il dibattito innescato dalla sortita di De Masi. Rifondazione Comunista attacca frontalmente gli amministratori con un duro comunicato stampa. “E' la solita storia – comincia la nota – sembra far parte della tradizione politica cittadina quella di aspettare che, ad un certo punto, arrivi, deus ex machina, il salvatore della patria… magari giovane, magari imprenditore, magari non schierato, magari con qualche interesse, magari con un piede in più scarpe. Ed ecco allora che lo stuolo dei cortesi servitori faranno a gara per elogiarne le doti per giustificarne la necessità, per garantirne la vittoria. Con grande sgomento – prosegue la nota – constatiamo la felicità con la quale l'opposizione ammicca al nuovo potere e parte dell'odierna maggioranza, ormai al traguardo, sembra sostenerlo nella speranza di potersi assicurare un posticino… magari un assessorato, magari un favore, magari semplice riconoscenza. E poi gli interessi, la beneficenza ostentata, e poi i sorrisi: Berlusconi docet. Di fronte a questo desolante spettacolo, noi del Prc chiediamo ai vari consiglieri ed assessori: dove eravate? Le vostre dichiarazioni di oggi (“La politica ha fallito”, “Casarano ha bisogno di uno shock”, “Questa città ha bisogno di sentirsi protagonista”, ndr), avreste dovuto farle a tempo debito, quando la finestra del fallimento amministrativo si spalancava dinanzi ai vostri occhi! Farlo ora – conclude Prc – induce al lecito sospetto che vogliate sempre e comunque salire sul carro del vincitore”. Dopo Alleanza Nazionale, anche Azione Giovani, il movimento giovanile del partito, interviene sulle dichiarazioni del consigliere comunale Claudio Bastianutti (An), che aveva commentato favorevolmente un’ipotetica candidatura a primo cittadino di De Masi. “Le dichiarazioni del consigliere Bastianutti – si legge in una nota – sono da ritenersi a titolo personale e dalle quali il movimento giovanile prende le distanze. Riteniamo il presidente Ivan De Masi uno dei soggetti migliori che questa città può disporre – osservano, però, i giovani aennini – rappresenta ‘linfa’ giovane, fresca, capace. Certamente una risorsa intellettuale e umana preziosa che va al di la del mero aspetto politico. Siamo convinti, altresì – aggiungono – che il nascente Pdl abbia nel suo interno personalità altrettanto autorevoli e qualificate per poter svolgere il ruolo difficile di guida-amministrativa”. La nota si conclude con la conferma della fiducia al presidente del circolo cittadino di An, Enrico Garofalo, che nei giorni scorsi aveva chiesto le dimissioni di Bastianutti da consigliere comunale.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!