Morto in casa. Forse per overdose

La tragica scoperta da parte di un parente

Sarà l'autopsia che verrà praticata nelle prossime ore a stabilire se Marcello Chiffi, 40enne di Cutrofiano, rinvenuto privo di vita nella propria abitazione, sia stato effettivamente ucciso da un'overdose di eroina

E’ stato un parente che abitava in una casa adiacente alla sua a scoprire il corpo ormai privo di vita di Marcello Chiffi, 40enne di Cutrofiano, ma originario di Maglie. Disoccupato, con precedenti penali in materia di stupefacenti. E si è spento probabilmente a causa di un’overdose – ma sarà l’autopsia, che verrà praticata nelle prossime ore, a confermare l’ipotesi – dal momento che, ad una perlustrazione dell’abitazione, i carabinieri hanno rivenuto diverse siringhe per l’insulina già usate ed 11 grammi di eroina. Dopo aver perso i genitori, Chiffi aveva preferito andare a vivere da solo, piuttosto che con i fratelli. Nell’appartamento, al momento del sopralluogo, dominava il disordine Il caso, adesso, è nelle mani della magistratura. Le forze dell’ordine sono al lavoro per tentare di risalire a chi possa aver fornito la droga all’uomo.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!