Netturbino. E ladro per arrotondare

Colto in flagrante mentre tentava di ripulire una casa

Rintracciato grazie alla dettagliata descrizione di una donna, proprietaria dell’appartamento dove stava tentando un furto, l’uomo è stato preso in poco tempo. Potrebbe essere l’autore di un altro furto nel centro storico leccese

Puliva le strade. E ripuliva gli appartamenti. E’ stato colto in flagrante dalla proprietaria di un appartamento di via Costantino Dimitri a Lecce, proprio mentre rovistava nei cassetti della camera da letto, Marco Casilli, operatore ecologico di 35 anni. La donna non si è persa d’animo e dopo averlo messo in fuga, ha telefonato al 113 fornendo una dettagliatissima descrizione del malvivente che, vestito con la divisa di netturbino, si era dato alla fuga a bordo di un “Ciao” Piaggio, che era il suo mezzo di lavoro, peraltro portandosi dietro quattro bidoni in plastica per la raccolta dei rifiuti. Una volta ottenuta un descrizione così puntuale dell’autore del tentato furto, non è stato difficile per gli agenti riconoscere il responsabile. Resta da scoprire se sia lui la mano di un altro furto, portato a segno alcuni giorni fa in un altro appartamento del centro storico leccese.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!