La ragazza lo lascia. Lui le investe la madre

Attimi di panico nel centro storico di Lecce

Accecato dalla rabbia per un rifiuto della ex ragazza si scaglia con l’auto contro i parenti di lei. La madre resta ferita, ma se la caverà in 15 giorni

Non aveva proprio digerito che la ragazza, non ancora 18enne, lo avesse lasciato. Così un giovane leccese di 23enne, si è recato sotto casa sua, nel centro storico di Lecce, tra via delle Bombarde e piazzetta Peruzzi, alle due della notte tra mercoledì e giovedì. Pare che la sua intenzione fosse quella di chiarire, una volta per tutte, le cause della rottura e di convincere la ragazza a tornare con lui. Ma quando la madre e il fratello di lei, assieme a degli amici, sono usciti per strada a comunicargli che la giovane non voleva incontrarlo, colui che fino a quel momento era stato un bravo ragazzo a detta di tutti, si è trasformato in un potenziale omicida. Invece che inserire la prima marcia per andare via, ha ingranato la retromarcia e si è rivolto in direzione dei presenti. Il fratello della ragazza ed i suoi amici sono riusciti a spostarsi velocemente; la donna no, ed è stata centrata in pieno dall’auto, una Toyota Yaris. Fortunatamente la sue condizioni non sono gravi: ha riportato ferite guaribili in 15 giorni. La polizia scientifica accorsa sul luogo ha riscontrato sull’asfalto tracce di una lieve frenata, il che evita al 23enne l’imputazione di tentato omicidio volontario. Gli agenti gli hanno contestato l’ipotesi di reato di lesioni volontarie.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!