Auto a fuoco a Copertino

Torna la paura in città

Dopo cinque mesi che non accadeva, un'auto è stata data alle fiamme, ieri a Copertino. L'episodio non sembra collegabile a quelli avvenuti in passato

Un auto data alle fiamme. E, dopo cinque mesi che non accadeva, a Copertino torna la paura. Anche perché è stato ormai accertato che si sia trattato di un atto doloso. E’ accaduto alle ore 1.45 di ieri mattina. L’auto presa di mira è la Fiat Punto, modello vecchio, di un muratore 55enne del luogo, peraltro non coperta da assicurazione per questo tipo di danno, che si aggira, ad una prima stima, attorno ai 1.200 euro. Sul cofano, sul parabrezza e sul lunotto sarebbe stata versata della benzina poi fatta bruciare. Il contenitore del liquido infiammabile sarebbe stato poi abbandonato nei pressi della vettura. Da qui ripartiranno per le loro indagini gli inquirenti, che non legano l’episodio a quelli che si sono verificati nei mesi scorsi, ma piuttosto propendono per considerare che quella di dare fuoco alle auto stia diventando la maniera più gettonata per risolvere le beghe personali.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!