Aggressione a Conte. Fermati in due

La identificazione della Digos

La Digos ha individuato due degli aggressori di Antonio Conte, ex calciatore juventino ed oggi allenatore del Bari. Nella serata del 17 agosto scorso, lo minacciarono e tentarono di colpirlo con spranghe e bastoni

Sarebbero di Surbo due degli aggressori di Antonio Conte, ex calciatore della Juventus ed oggi allenatore del Bari, che nella serata del 17 agosto scorso fu preso di mira da una banda di ultrà giallorossi che lo insultarono, lo minacciarono e tentarono di colpirlo con spranghe e bastoni. I due sarebbero già noti ai poliziotti della Digos in quanto già colpiti, in passato, da provvedimenti di allontanamento dalle manifestazioni sportive. Il riconoscimento dei due sarebbe stato possibile grazie alla collaborazione di alcuni uomini appartenenti alle forze dell’ordine che, quel 17 agosto, erano lì, a Spiaggiabella, come lo stesso Conte, in occasione della finale del torneo di calcetto in onore di Francesco Renna, cugino dell’ex calciatore juventino, scomparso l’anno scorso in Namibia. I tifosi presenti non avevano invece fornito alcun particolare agli inquirenti; né un dettaglio fisico dei malviventi, né relativo alle auto su cui questi si diedero alla fuga.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!