Un bando per il ripristino delle produzioni tipiche casearie

Un bando del Gal Terra d'Arneo propone finanziamenti per il ripristino e la valorizzazione delle produzioni casearie

L'Ass. prov. Cosimo Durante con delega al settore agricolo informa le aziende salentine di un bando emanato dal Gal Terra d'Arneo in favore della valorizzazione delle produzioni tipiche casearie.

“Informo gli imprenditori salentini legati al comparto delle produzioni casearie tipiche, che Il GAL Terra d'Arneo S.r.l., in attuazione del Programma Leader+ Puglia 2000 – 2006 – Asse I, ha indetto un avviso pubblico di cofinanziamento dell'Intervento 2.2.1 “Recupero e miglioramento della qualità delle produzioni scomparse (alimentari) o in via d’estinzione”. L'intervento sarà finalizzato alla messa in atto di un processo di recupero e riqualificazione delle produzioni tipiche legate alla identità dell'area e alle risorse locali. L’ ambito in cui l’intervento agirà è il ripristino e la valorizzazione dei Cibi tradizionali salentini: produzioni lattiero-casearie provenienti dalla trasformazione del latte ovi-caprino (ricotta, cacioricotta, marzotica, giuncata, ricotta forte, formaggi freschi e stagionati, ecc.), ma anche produzioni provenienti dalla trasformazione dei cereali e dell’ortofrutta locale (paste alimentari, prodotti da forno, essiccati, confetture, sottoli, ecc.). Le spese ammissibili riguarderanno: l’acquisto di macchinari e attrezzature comprese apparecchiature informatiche e software, oltre che le spese di progettazione. Invito le aziende interessate a contattare gli uffici del Gal Terra d’Arneo con sede in Veglie. La scadenza del bando è fissata per il prossimo 15 settembre 2008. “ Fonte: www.cosimodurante.com

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!