Una rotonda sul mare, il nostro disco che suona

Il disco per l’estate dei vip salentini

Le emozioni ed i ricordi legati all'estate dei volti noti del Salento. Poche note di una canzone e ritornano a galla

Pensieri e canzoni. Un juke box a gettoni, una gita in macchina, l’ultimo Lp sul giradischi. Pochi ingredienti e l’estate è fatta. I ricordi estivi hanno un sapore particolare, avvolti, come sono, da un misto di nostalgia e senso di libertà; accompagnati a braccetto da canzoni che non è facile dimenticare, quei motivetti che, a volte, non hanno un particolare pregio se non quello di riportare alla mente sensazioni care. Bastano le prime note di un ritornello per farle riaffiorare alla memoria. Spesso sono emozioni provate nell’età della spensieratezza, l’adolescenza, ma non solo: amori passati, durati il tempo di una vacanza, ma intensi come il solleone sotto il quale si sono consumati; viaggi alla scoperta di terre sconosciute; momenti semplici eppure indimenticabili come il primo concerto della vita. Abbiamo chiesto a volti noti salentini quale sia la colonna sonora della loro estate, ovvero la canzone che, ancora oggi, li porti indietro fino a quel ricordo estivo che custodiscono gelosamente. Questi ci hanno raccontato le memorie più diverse. Unico filo conduttore: quel misto di nostalgia e libertà, appunto, che solo l’estate si porta dietro. (Leggi, in edicola, i ricordi dei vip sul Tacco d'Italia di agosto)

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!