Una Bpp a prova di disastri. Garantisce Links

Il sistema più sicuro contro la perdita dati

Il piano di Disaster Recovey (letteralmente “ripristino a seguito di un evento disastroso”) è garanzia di sicurezza e affidabilità per i clienti e l'intero sistema finanziario.

Il sistema informativo di una banca ha bisogno di sicurezza ed affidabilità ancor più del suo caveau. Basti pensare agli effetti che provocherebbe una perdita di dati sui conti corrente dei clienti, per capire quanto i server dove sono custodite queste informazioni siano preziosi. Per questo la maggior parte della banche si è dotata di un secondo luogo fisico dove tutti i dati aziendali vengono salvati. Questa duplicazione, in caso di un evento disastroso come un incendio o un allagamento, garantirebbe la salvaguardia dei dati, ma non riuscirebbe a ripristinare in tempi rapidi la funzionalità dei servizi bancari. Infatti, considerando che gli istituti di credito non usano solo dati, ma anche tecnologie e procedure sempre più complesse, i tempi di ritorno alla normalità sarebbero molto lunghi. Si comprende quindi perché Banca d’Italia ha voluto insistere affinché venissero sviluppati dei progetti di Disaster Recovery. Una delle prime a rispondere all’appello a livello nazionale è stata la Banca Popolare Pugliese che ha presentato nei giorni scorsi il suo nuovo sistema di Disaster Recovey (letteralmente “ripristino a seguito di un evento disastroso”). Se ne è parlato a Lecce presso la sede della Links S.p.a., azienda che ha progettato e sviluppato il sistema. “Il progetto di D.R. – ha chiarito l’ing. Leonardo Mangia, Direttore della Divisione Banche dell’azienda salentina – è un progetto complesso che prevede la valutazione dei rischi reali e la creazione di presidi di emergenza destinati a garantire una continuità operativa in seguito un qualunque evento negativo, dal più modesto al più grave”. Questo risultato si raggiunge in virtù di un sistema che non si è limitato a duplicare i soli dati ma ha ribaltato totalmente le procedure informatiche ed organizzative, garantendo nel contempo l’aggiornamento costante di tutto il secondo sito. E’ stato il Direttore Operativo Centrale della Popolare Pugliese, Claudio Nassisi ad annunciare con orgoglio la scelta di questo investimento in sicurezza: “il nostro D.R. ci consente da un lato, di migliorare l’affidabilità e le performance del sistema informativo dipartimentale; dall’altro di ottenere livelli di continuità operativa adeguati agli standard richiesti a livello nazionale ed internazionale”. Sarebbero proprio il Dr. Nassisi e l’Ing. Mangia, in caso di “disastro” sui sistemi informativi di Matino, ad attivare fisicamente i presidi di ripristino, avviando i server di Lecce. Una fattispecie che sia in BPP che in Links tutti si augurano di non dover mai sperimentare.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!