La logica alla base dell'accorpamento esami

Il punto di vista dell'Udu

L'Udu, Unione degli Universitari di Lecce, ritiene necessario affrontare il problema degli studenti fuoricorso a livello d’Ateneo, individuando le modalità per andare incontro a tutti gli studenti penalizzati dall’eccessiva frammentazione dei piani di studio e dalla proliferazione incontrollata del numero degli esami

L’UdU – Unione degli Universitari – esprime profondo rammarico per i fatti di questi giorni riguardanti la facoltà di Scienze Sociali, Politiche e del Territorio, precisando di essere l’unica associazione ad aver seguito da vicino, negli organi di facoltà, la vicenda degli accorpamenti e di essere quindi l’unica a conoscenza delle motivazioni da cui nascevano, delle storture cui tentavano di porre rimedio e delle modalità di svolgimento delle prove. Prendiamo atto, pur non condividendolo, del parere negativo espresso dalla commissione d’inchiesta nominata dal rettore, in attesa di leggerne le motivazioni nel dettaglio. Gli esami accorpati, che ricordiamo essere stati approvati all’unanimità dagli organi della facoltà, del resto, seguivano la logica adottata nella formulazione dei piani di studio degli ultimi tre anni nei quali si è avuta una progressiva riduzione del numero di esami. In base a quanto riportato nei decreti sulle classi di laurea per i corsi attivati ai sensi del D.M. 270 art. 4 comma 2: “in ciascun corso di laurea non possono comunque essere previsti in totale più di venti esami o valutazioni finali di profitto, anche favorendo prove di esame integrate per più insegnamenti o moduli coordinati.” Ciò evidenzia come il legislatore abbia preso atto dell’elevato numero di esami presenti nei piani di studi dei corsi attivati ai sensi del D.M. 509/99. Riteniamo quindi che sia necessario e doveroso affrontare il problema degli studenti fuoricorso a livello d’Ateneo, individuando le modalità per andare incontro a tutti gli studenti penalizzati dall’eccessiva frammentazione dei piani di studio e dalla proliferazione incontrollata del numero degli esami. Inoltre chiediamo una seria riflessione da parte della nostra università che ha di recente approvato un aumento significativo dei contributi studenteschi che colpisce in primo luogo proprio gli studenti fuori corso. Ci sentiamo profondamente offesi dalla rappresentazione mediatica che è stata data, anche da soggetti esterni all’università, dei nostri corsi di laurea come un supermercato degli esami. La facoltà di Scienze Sociali, Politiche e del Territorio è, a nostro parere, l’unica facoltà che si è impegnata seriamente per una soluzione del problema. Se la commissione non valuta l’impegno “idoneo”, gli studenti tutti restano in attesa di soluzioni alternative già dalla prossima sessione di settembre. Unione degli universitari di Lecce

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!