Portaccio alla guida dei giovani imprenditori

Ieri la nomina all'unanimità

E' Vincenzo Portaccio, imprenditore del settore turistico, il nuovo presidente del Gruppo Giovani di Confindustria Lecce. La sua nomina all'unanimità è arrivata ieri pomeriggio. Portaccio prende il posto di Ennio Montinaro, che ha guidato i Giovani per due anni

Vincenzo Portaccio, imprenditore del settore turistico, è il nuovo presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Lecce. E’ stato eletto all’unanimità, nel corso dell’assemblea del Gruppo, tenutasi ieri pomeriggio presso la sede sociale. Succede ad Ennio Montinaro, che ha guidato i Giovani imprenditori per due anni consecutivi. 38 anni, sposato, ha dato vita, subito dopo la laurea in Economia e Commercio a Bologna, ad una serie di imprese impegnate nel turismo balneare, nella ricettività alberghiera e della ristorazione (Smav Immobiliare srl). Sono stati eletti membri del consiglio: Gabriella Morelli (Armafer srl), Elisabetta Salvati (Aforisma srl), Tiziana Stefanizzi (Editrice Salentina srl), Carlo Sticchi (Svic srl), Francesco Torchetti (Torchetti Cucine snc) e Alessio Tundo (Tundo Michele). Dopo aver ringraziato i colleghi per la fiducia accordatagli, emozionato, ma fortemente motivato dall’atmosfera unitaria e di coesione che ha portato alla elezione sua e del consiglio, Vincenzo Portaccio ha illustrato i punti sui quali si concentrerà la sua presidenza: “Rafforzamento dello spirito di aggregazione – ha detto -, formazione e diffusione della cultura di impresa, marketing associativo e fidelizzazione, consolidamento del rapporto con istituzioni, enti, avvicinamento del mondo della scuola a quello delle imprese. Sento di dover ringraziare – ha aggiunto – il presidente uscente Montinaro per il bel lavoro portato avanti fino ad oggi e tutti i giovani dei quali spero di riuscire ad interpretare al meglio le aspettative. L’elezione all’unanimità mi gratifica molto, ma, soprattutto, è segno di grande maturità e capacità di sintesi da parte del Gruppo Giovani”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!