Fasano, è ufficiale

Ieri la nomina ad assessore provinciale

Si occuperà di Strade, Edilizia scolastica, Impiantistica sportiva e Sport, Flavio Fasano, nominato ieri assessore provinciale al posto del dimissionario Salvatore Capone da parte di Giovanni Pellegrino, presidente della Provincia

A seguito delle dimissioni volontarie dalla carica di assessore provinciale presentate da Salvatore Capone, neoeletto segretario provinciale del Partito democratico, ieri Giovanni Pellegrino, numero uno di Palazzo dei Celestini, ha nominato al suo posto Flavio Fasano, conferendogli la delega alle Strade, Edilizia scolastica, Impiantistica sportiva e Sport. Nato a Taviano il 22 agosto 1959, Fasano è avvocato amministrativista. Sindaco di Gallipoli dal 1990 al 2000, è stato consigliere nazionale dell’Anci. Ha fatto parte del Consiglio provinciale dal 1990 al 1995. Nelle elezioni provinciali del 2004 è stato il più suffragato della provincia di Lecce. Presidente del gruppo del Partito Democratico alla Provincia di Lecce è consigliere dell’Agenzia nazionale per il Turismo dal 2006. Nella sua lettera di dimissioni, Salvatore Capone ha motivato la scelta di lasciare l’incarico di assessore proprio con l’elezione a segretario provinciale del Partito Democratico. “L’assessorato che lascio – ha scritto – necessita di una conduzione politica che può essere affidata a persona dotata di maturata esperienza politica e gestionale, pertanto, condivido la tua proposta di chiedere a Flavio Fasano di accettare l’ingresso in Giunta provinciale. La sua capacità, già ampiamente dimostrata come capogruppo consiliare, sarà un ulteriore elemento di forza della Giunta, volto al consolidamento dei risultati raggiunti e a tutt’oggi e capace di dare ulteriore slancio all’azione amministrativa della Provincia di Lecce”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!