Un'istruttoria pubblica sulla centrale a biomasse a Lecce

Due fasi distinte per vederci chiaro

Tutti i portatori di interesse potranno discutere ed approfondire gli aspetti legati all’impianto che il gruppo Italgest vuole realizzare sul territorio comunale. Lo ha stabilito Paolo Perrone, sindaco della città

Paolo Perrone, sindaco di Lecce, ha indetto una istruttoria pubblica per consentire ad enti, associazioni, comitati di cittadini e a tutti i soggetti portatori di interessi privati, pubblici e/diffusi, a configurare l’interesse pubblico concreto da perseguire in relazione alla localizzazione di una centrale energetica nel territorio comunale. Si tratta dell’impianto di produzione di energia elettrica e termica a biomasse, alimentato da olii vegetali e denominato “Heliantos 1”, la cui richiesta di localizzazione a Lecce è stata avanzata da Italgest Energia s.p.a.. L’istruttoria consente a diversi soggetti di partecipare alla discussione in forma pubblica su argomenti che incidono in modo rilevante sull’economia e sull’assetto del territorio e dell’ambiente. Con un provvedimento del 19 maggio scorso, il consiglio comunale aveva impegnato il sindaco ad avviare sulla questione le procedure dell’istruttoria pubblica prevista dall’art. n. 26 dello Statuto comunale. L’istruttoria pubblica si articolerà in due distinte fasi. La prima (composta da una o più assemblee) avrà inizio lunedì 7 luglio 2008 alle ore 17:00 e si concluderà lunedì 4 agosto 2008. La stessa sarà aperta da una relazione dei tecnici comunali a cui seguirà una relazione del soggetto proponente (Italgest Energia s.p.a.), che presenterà gli elaborati tecnici ed il progetto definitivo. Seguiranno gli interventi degli esperti nominati dai soggetti portatori di interessi privati pubblici o diffusi titolati e che ne abbiano fatto richiesta. L’indicazione degli esperti dovrà essere comunicata entro e non oltre le ore 12:00 di martedì 1 luglio 2008 (a pena di inammissibilità) al dirigente del settore Ambiente del Comune di Lecce, per il tramite dell’Ufficio di Protocollo. Si procederà poi alla discussione critica, alla definizione di variazioni ed integrazioni coerenti con i programmi dell’amministrazione comunale ed alla definizione degli aspetti esecutivi. La seconda fase consisterà nella chiusura dell’istruttoria che dovrà avvenire nei trenta giorni dalla prima seduta dell’assemblea ex art. 5 del Regolamento comunale. La chiusura sarà dichiarata dal sindaco che predisporrà, tramite il funzionario responsabile del procedimento, apposita relazione riassuntiva delle proposte emerse. Il Consiglio comunale valuterà le risultanza dell’istruttoria pubblica in sede di adozione degli atti di competenza. Presso l’Ufficio Ambiente sono depositati tutti gli atti relativi alla richiesta di localizzazione sul territorio del Comune di Lecce dell’impianto e sono a disposizione di chi ne abbia interesse per la visione e per l’estrazione di eventuale copia previo pagamento dei relativi diritti. Per ulteriori chiarimenti ed informazioni gli interessati possono contattare Fernando Bonocuore, responsabile del procedimento, ai numeri 0832 231717 e 3357566115.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!