Li scopre mentre rubano. Finisce in ospedale

Guardia giurata picchiata dai malviventi

Li scopre mentre stanno rubando dei pannelli solari da rivendere ed entra in azione. Ma i malviventi lo aggrediscono e lo lasciano tramortito per terra, dandosi alla fuga. E' accaduto a Veglie. A farne le spese una guardia giurata della Velialpol

Sembra stia diventando il business degli ultimi tempi: smontare e portar via pannelli solari da rivendere più avanti, come materiale edile, a buon prezzo. E se qualcuno si mette in mezzo agli affari, allora deve pagare. Ieri mattina all’alba una guardia giurata della Velialpol, istituto di vigilanza locale, è stata aggredita solo per aver fatto il suo lavoro. L’uomo, 37enne di Veglie, aveva infatti notato delle ombre aggirarsi in un capannone alla periferia della città, in contrada “Caracci”, di proprietà della Terni Energia Spa. Ed allora è entrato in azione. Si è avvicinato per controllare che tutto filasse liscio, ma è stato bloccato alle spalle, coperto con il suo stesso maglione e malmenato da più uomini al punto da restare tramortito al suolo. L’uomo ha allertato i colleghi ma i malviventi si erano già dileguati a bordo di un’auto parcheggiata non lontano. La guardia giurata è stata ricoverata presso l’ospedale di Campi Salentina dove resterà in osservazione per alcuni giorni.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!