Cade dal balcone. Muore a 23 anni

Tragedia a Torino per un giovane di Cavallino

La festa tra ufficiali dell’Esercito che si stava svolgendo al secondo piano di una palazzina nel capoluogo piemontese, si è trasformata in incubo: Simone Cammarota, 23enne di Cavallino, è precipitato dal balcone ed ha perso la vita sul colpo

E’ morto a Torino, lontano dalla famiglia, alla sola presenza della sorella minore Ivana, Simone Cammarota, 23 anni, tenente dell’esercito originario di Cavallino che a Torino si trovava per prendere la laurea specialistica dopo quella triennale conseguita in Ingegneria informatica all’Accademia militare di Modena. La tragedia si è consumata nel capoluogo piemontese durante un momento di gioia, una festa tra ufficiali dell’Esercito che si stava svolgendo al secondo piano di una palazzina nella centrale via Einaudi. Improvvisamente la festa si è trasformata in incubo: Simone è precipitato dal balcone ed ha perso la vita sul colpo. I tentativi di rianimarlo dei primi soccorritori del 118 si sono infatti rivelati inutili; altrettanto lo sono stati quelli del personale dell’ospedale Mauriziano dove il giovane è stato trasportato con la massima urgenza. Gli investigatori al momento stanno seguendo due piste che sembrano, salvo sorprese, le più plausibili: la caduta accidentale ed il suicidio. La prima ipotesi sembrerebbe la più accreditata ma la seconda non si esclude, dati alcuni racconti degli amici più stretti di Simone, i quali hanno riferito come negli ultimi mesi il ragazzo sembrasse soffrire di depressione.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!