Il Salento a rischio isolamento

Montinari interviene sui tagli ai voli

“L'ennesima beffa per il territorio salentino”. Così Piero Montinari, presidente di Confindustria Lecce, commenta l’improvvisa cancellazione di due voli da parte della compagnia Myair. E intanto pensa ad una apertura dell'aeroporto di Galatina nel week end

“E’ impensabile che un territorio che sta crescendo e si sta sviluppando come centro del Bacino del Mediterraneo, come porta per i paesi dell’est Europa e d’Asia e che rivendica un ruolo da protagonista non solo nell’economia regionale ma anche in quella nazionale, non venga dotato di adeguati collegamenti aerei”. Commenta così Piero Montinari, presidente di Confindustria Lecce, l’improvvisa cancellazione di due voli da parte della compagnia Myair, “l’ennesima beffa – dice – per il territorio salentino”. “Con forza avevamo contestato – ribadisce Montinari – il primo bando di Aeroporti di Puglia (Ap) sollevando il problema della sua illegittimità. In più occasioni abbiamo evidenziato l’eccessiva concentrazione di voli con tratte importanti solo su Bari, che avrebbero di fatto provocato l’isolamento aereo del Salento. La richiesta di una più equa redistribuzione delle tratte – spiega – al fine di non tagliare fuori il nostro territorio dai principali collegamenti commerciali e turistici, è rimasta inascoltata. L’assessore Loizzo insieme ai vertici di Ap avevano assicurato un nuovo bando con adeguati collegamenti che dessero risposte concrete alle esigenze di crescita e sviluppo del Salento”. Ricostruisce con lucidità le tappe di quella che si appalesa come la storia infinita dei bandi Ap, il presidente Montinari, che aggiunge: “Il bando su Brindisi, nonostante le promesse fatteci, fu formulato in maniera tale da non portare alcun beneficio al nostro territorio. La contestazione anche in questo caso fu forte. Quanto avevamo stigmatizzato, si è puntualmente verificato: solo la piccola compagnia Myair ha partecipato al secondo bando ma, non avendo mezzi adeguati a propria disposizione, non è riuscita a mantenere gli impegni presi. Come imprenditori – afferma Montinari – siamo stufi di sopportare scelte che ci ignorano e rendono sempre più difficile fare impresa. Il nostro Salento è una terra bellissima ed appetibile dal punto di vista economico, ma il burocratese, la lentezza dei processi decisionali uniti ad una storica carenza infrastrutturale, porteranno il sistema delle imprese a compiere scelte diverse. Come Confindustria Lecce – continua – siamo ancora una volta pronti a fare la nostra parte con proposte reali e precise: invitiamo nuovamente le Istituzioni locali, in mancanza dell’azzeramento dei bandi e della conseguente redistribuzione delle rotte, a rivendicare la sub concessione dell’aeroporto di Brindisi, entrando così in un regime concorrenziale. Contemporaneamente, chiederemo un incontro al sindaco del Comune di Galatina ed al comandante dell’Aeroporto per rivalutare la possibilità di aprire, il sabato e la domenica, ai voli charter lo scalo di Galatina. Tanto al fine di promuovere il nostro territorio dal punto di vista turistico”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!