Casa in fiamme. Nessun ferito

Paura a Magliano

E' stato un pomeriggio di paura quello di ieri a Magliano. Un'intera casa è andata distrutta in un indendio che si è sviluppato incidentalmente da un corto circuito o da un fornello acceso. Fortunatamente nessnuo dei componenti della famiglia è rimasto ferito

Fortunatamente nessuno è rimasto ferito nell’incendio che si è scatenato, in maniera incidentale, ieri pomeriggio in un appartamento di Magliano (Carmiano). Ma i danni sono stati talmente ingenti da determinare la dichiarazione di inagibilità dello stabile da parte del tecnico comunale Vito Spedicato. La famiglia di Luigi Giancane, agricoltore 52enne, dovrà quindi trovare delle soluzioni abitative alternative. I parenti hanno già offerto tutto il loro appoggio; altrettanto ha fatto il Comune. Il sindaco Umberto Ferreri Caputi ha infatti comunicato tutta la sua solidarietà alla sventurata famiglia ed ha garantito il massimo impegno per risolvere quanto prima il disagio. Quando si sono sviluppate le fiamme, probabilmente da un corto circuito o da un fornello lasciato acceso, in casa vi era solo il figlio maggiore della coppia, che stava riposando; il padre era in campagna per dei lavoretti, mentre la madre era andata ad accompagnare il figlio minore a dei corsi di recupero scolastici. E’ stato il giovane a dare l’allarme, svegliato dal sonno dall’odore acre di fumo. La mobilia è andata completamente persa nel rogo; le pareti e tutto ciò che era stato risparmiato dalle fiamme è stato reso inutilizzabile dalla spessa coltre di fumo.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!