Salento fashion. Arrivano i russi

La Missione di incoming nel Programma internazionalizzazione del Pit9

Dopo la Missione dei Comuni del Pit9 a San Pietroburgo svoltasi nel marzo scorso, i rapporti e le relazioni con alcuni buyer russi e le istituzioni di San Pietrurgo si sono infittiti. E così, prima ancora di realizzare la Missione a Mosca (prevista nel giugno prossimo), dal 21 al 25 maggio il Salento attende una delegazione russa

La Russia e il Salento della moda si scambiano le visite. Infatti saranno gli operatori economici russi, stavolta, dal 21 al 25 maggio prossimo, a incontrare le imprese del Sistema Moda salentino con la Missione di incoming promossa e organizzata nell’ambito del Programma Internazionalizzazione del Pit9. Dopo lo svolgimento della Missione a San Pietroburgo svoltasi nel marzo scorso, infatti, i rapporti e le relazioni con alcuni buyer russi e le istituzioni di San Pietrurgo sono proseguiti e si sono anzi infittiti, e prima ancora di realizzare la Missione a Mosca prevista nel giugno prossimo, la presenza di buyer russi nel nostro territorio testimonia un intenso lavoro di scambio e di relazione per favorire il posizionamento delle imprese salentine sul mercato russo. Obiettivo prioritario della Missione (che verrà presentata il 22 maggio a Casarano, Incubatore d’impresa, Zona industriale, inizio lavori ore 10) è favorire la creazione di rapporti continuativi di collaborazione tra imprese locali e operatori russi, ma anche fornire agli operatori ospiti uno spaccato delle realtà produttive salentino del tessile, abbigliamento, calzaturiero, nella situazione attuale e nelle dinamiche potenziali. La delegazione invitata sarà composta da uno stilista affermato ed apprezzato a San Pietroburgo e Mosca (Ianis Chamalidy) e da otto buyers selezionati – provenienti da Samara, San Pietroburgo e Mosca (Federazione Russa) oltre che da Minsk (Bielorussia) e Dnepropetrovsk (Ucraina) – ex territori della Unione Sovietica. In particolare: Podium Dnepropetrovsk, Velikije Liudi, Boutique Ikra, Fortuna Samara, Private Enteprise Sagartian, Yanis Fashion, Imek Kaluga, Gal’s Fashion Salon Minsk. Operatori concretamente interessati ad allacciare rapporti commerciali con aziende salentine capaci di offrire prodotti di altissima qualità in un rapporto ottimale di prezzo nel settore moda ed in particolare: abbigliamento classico uomo/donna, cravatte e foulard, calzature uomo/donna. La Missione (organizzata, come l’intero programma, dal raggruppamento di imprese costituito da Exen, MondImpresa, Kpmg, B&Partners, capofila Exen), sarà inaugurata da un workshop che si terrà il 22 maggio e che sfocerà negli incontri d’affari con gli operatori russi, mentre a partire dal secondo giorno sono previsti incontri B2B e visite presso le aziende. La giornata si aprirà con i saluti di Remigio Venuti, sindaco di Casarano, capofila Pit9 e di Silvio Astore, sindaco di Poggiardo, presidente Assemblea dei Sindaci Pit9. Seguirà con la presentazione della delegazione degli operatori economici russi da parte di Roberto Chianello, di “Società Italia”. Quindi, prima dello spazio interviste con gli imprenditori e gli operatori dell’informazione, l’intervento di Umberto Vitali, coordinatore del Progetto Settore, sul Sistema Moda salentino. A partire dalle 14, gli incontri d’affari tra la delegazioni russa e le imprese registrate. Per le imprese interessate a partecipare agli incontri, è necessaria la registrazione entro il 16 maggio prossimo. Informazioni: Segreteria Organizzativa Internazionalizzazione del PIT9, Front Office Anna Loffredo – Vincenzo Antonio Marrella, Tel. 0833.513605 – fax 0833.330399, e-mail: [email protected]

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!