L'esercito della cornetta

Una vita all'altro capo. Del Telefono

I call center si moltiplicano a vista d'occhio ed occupano, ognuno, centinaia di persone. Giovani e meno giovani. Di ogni estrazione sociale. Con i titoli di studio più diversi. I pro e i contri di una vita appesa ad un filo

Un’opportunità di lavoro irresistibile per giovani laureati e non. In Puglia ce ne sono un centinaio e impiegano circa diecimila unità. Un esercito di “precari della cornetta”, quelli che hanno “tutta la vita davanti”, come recita il titolo del film di Paolo Virzì sulla giungla dei centri di chiamata. Nel Salento, esistono 16 call center. Nel dettaglio, ce ne sono sei a Lecce, tre a Nardò, due a Gallipoli e Taurisano, uno a Casarano, Alezio, Squinzano. Per capire vantaggi e svantaggi di questo settore, il Tacco d’Italia ha messo a confronto due esperienze molto diverse. (Leggi le diverse testimonianze sul lavoro nei call center rilasciate da chi ci ha lavorato. Sono attualmente in edicola, sul Tacco d'Italia di maggio)

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!