Consegna alloggi Erp

Assessore Marti commenta

L’assessore alla Pianificazione del Territorio, Urbanistica, Erp e Ufficio Casa Roberto Marti rende noto che sono state eseguite le operazioni di collaudo sui 48 alloggi di via Pistoia n. 4/D che rientrano nel Programma Straordinario di Edilizia Residenziale Pubblica – Legge 203/91, art. 18 (convenzione n. 2401 del 15 febbraio 1997)

Si tratta degli immobili destinati alle forze dell’ordine e realizzati con i fondi per la lotta alla criminalità organizzata. La comunicazione dell’avvenuto collaudo è stata ricevuta dal Comune di Lecce nei giorni scorsi. La precisazione si rende necessaria a seguito delle proteste per presunti ritardi da parte di un assegnatario. In data 10 aprile il Comune ha chiesto alla Prefettura di Lecce (ente competente) l’attivazione delle procedure per la messa a disposizione degli immobili. “Per quanto di nostra competenza – precisa l’assessore Marti – abbiamo eseguito tutte le procedure necessarie nei tempi stabiliti e di concerto con la Prefettura stiamo cercando di completare l’iter nel più breve tempo possibile e consegnare le case già nei prossimi giorni. Si tratta di tempi tecnici sui quali in ogni caso ci assumiamo tutte le responsabilità”. In relazione agli altri due lotti dello stesso Programma, si precisa che è stata completata l’assegnazione dei 36 alloggi di piazzale Sondrio e che dopo l’allaccio della rete idrica (fissato per domani) si procederà alla consegna degli stessi ai legittimi assegnatari, mentre relativamente ai 24 alloggi di via Terni si precisa ancora che lo scorso 19 febbraio è stata pubblicata la graduatoria degli aventi diritto e che nella giornata di oggi (dopo il periodo di 30 giorni previsti per la durata della stessa pubblicazione) si è proceduto alla convocazione degli assegnatari per la scelta degli alloggi.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!