E' primavera nel Salento

Il pacchetto turistico coordinato da Apt

A dispetto del cielo grigio, nel Salento è piena primavera. Grazie anche alle offerte turistiche promosse dall’Azienda di Promozione Turistica della provincia di Lecce in collaborazione con partner istituzionali e privati

“Primavera nel Salento”, il pacchetto turistico coordinato dall’Azienda di Promozione Turistica della provincia di Lecce in collaborazione con la partnership istituzionale e privata, ormai consolidata, offre agli ospiti l’opportunità di soggiornare in alberghi, town & country house a prezzi promozionali, di fruire gratuitamente delle iniziative del programma di “Città Aperte” e degli eventi di cinema, teatro, concerti, mostre e incontri della rassegna delle culture migranti della Provincia di Lecce “Salento Negroamaro”. Inoltre, l’offerta prevede convenzioni con ristoranti tipici, con SPA (Salus Per Acquam) e con le Terme di Santa Cesarea che propongono la riduzione del 30% sui pacchetti benessere. E’ articolata in due periodi: 10 aprile – 5 giugno e 6 – 30 giugno. Nel primo periodo il soggiorno in albergo (quattro giorni – tre notti) da cinque a due stelle oscilla da 195 a 120 euro; quello in town & country house superior e standard da 120 a 60 euro. Nel secondo periodo invece la vacanza primaverile in Salento costa da 210 a 135 euro in albergo e da 135 a 75 euro in town & country house superior e standard. Il progetto, coordinato dall’Azienda di Promozione Turistica della provincia di Lecce, oltre ai partner istituzionali (Provincia, Camera di Commercio e Comune di Lecce) vede la partecipazione di Confindustria, Confcommercio, Confesercenti, Unimpresa, Associazioni degli operatori turistici di Gallipoli, Leuca, Otranto, Porto Cesareo, Ugento, di operatori del Terzo Settore organizzatori di eventi, e del partenariato del progetto d’accoglienza “Città Aperte 2008”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!