Esplosivi in giradino. Domiciliari

Nei guai un noto ristoratore gallipolino

A quanto dichiara Giuseppe Montefusco, titolare di un ristorante a Lido Conchiglie, qualcuno potrebbe aver nascosto gli esplosivi nel suo giradino senza che lui ne sapesse a

Ha dichiarato di non saperne a. Come se qualcuno avesse agito senza che lui ne fosse informato. I carabinieri ed il magistrato, però, al momento, non hanno creduto alla sua versione. Dodici detonatori e 22 micce a lenta combustione sono stati trovati nel giardino di Giuseppe Montefusco, gallipolino, noto proprietario di un altrettanto noto ristorante a Lido Conchiglie, nascosti ad un metro sottoterra, pronti per essere usati in qualsiasi momento. Il ristoratore si trova agli arresti domiciliari con l’accusa di detenzione illegale di materiale esplodente. Dovrà spiegare la sua posizione nell’interrogatorio con li giudice ed alla presenza dell’avvocato difensore Francesco Piro.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!