A22. Mostra di Monika Leitner

Uno sguardo fotografico sull'autostrada

Penultimo appuntamento per Arti-col-azioni 2007/2008 la rassegna di arti visive curata da Angela Serafino, nell’ambito di STRADE MAESTRE 2007-2008 la stagione teatrale promossa da Cantieri Koreja, Provincia di Lecce, Regione Puglia e Ministero per i Beni e le Attività Culturali

La rassegna, giunta alla sua terza edizione, raccoglie elaborazioni/linguaggi eterogenei, corali e personali in cui le esperienze creative, diversamente affrontate nel tempo, offrono una sfumatura di maggiore intimità sia per gli artisti ché per il pubblico. In ciascuna delle proposte si affaccia una opzione teatrale intesa quale massima facoltà dello sguardo di estendersi, da vicino a lontano in una sorta di possibili appunti. Stasera alle 18.30 si inaugura A22 (ingresso gratuito) mostra fotografica di Monika Leitner composta da un ciclo di venti immagini (foto digitali su dibond, tiratura unica) di cui una piccola parte a colori, il resto in bianco e nero. Il tema è l'autostrada. Il percorso lineare fisso del nastro maleodorante dell’autostrada, funzionale e feroce, si trasforma, si capovolge (come nei sogni? No, come nella realtà). Accade di osservare dal di dentro, dal basso e le forme – parallele e infinite – appaiono come un contenitore, un tempio, dentro il quale la natura si insinua e addolcisce la retta. Nei paesaggi, in generale, sono raccolte informazioni preziose per poter comprendere i mutamenti e gli adattamenti che di tempo in tempo si compiono per vivere, abitare viaggiare. I paesaggi basterebbero a far conoscere i segreti dei luoghi. Le fotografie di Monika Leitner raccolgono un’importante esperienza storica, quella dell’ en plein air, ma niente di simile ad una tela impressionista. Con queste immagini un altro dei molti confini dell’ovvio è violato, cioè quello della funzione. E cosa c’è di più funzionale di un’autostrada? Ma l’autostrada è solo in questo assoluto nastro scorrevole? E’ il solito non luogo? L’occhio fotografico della Leitner coglie ben altro: restituisce le tensioni strutturali degli archi dei ponti, nella loro interazione con la luce, con l’aria, con la vegetazione; e tutto cambia. “L’autostrada – sostiene Angela Serafino, curatrice della mostra – è un passaggio quasi obbligato e forse scontato al quale non si fa caso quando lo si percorre. E’ un rettilineo che scorre, percorribile comodamente. L’autrice si domanda se è solo questo e le sue fotografie sono delle risposte, tra le possibili. Monika Leitner è un'autrice di respiro europeo. Le sue mostre hanno viaggiato nelle gallerie tra Vienna e Lussemburgo, oltre che nella sua regione, il Trentino. I suoi lavori sono il frutto di un’analisi della realtà, come spesso la fotografia. La Leitner ha una formazione che viene dal teatro, è una pedagoga ed è abituata all’ascolto dei grandi numeri, delle confusioni, dell’assenza dei personaggi; dal teatro all’immagine, il nesso comune è darsi tempo che le storie emergano, darsi tempo per cogliere le differenze. L’autostrada diviene, senza artificio tecnico, se non quello dello sguardo, un altro paesaggio che la velocità ha reso quasi insospettabile di altri tagli. Senza forzatura, tra l’intesa maturata tra strumento e necessità dell’occhio, l’autostrada muta. Come ha scritto Benno Simma, architetto e designer, : Monika spoglia le autostrade.” Ingresso gratuito. Sarà possibile visitare la mostra A 22 sino al 19 aprile 2008. Tel – Info: 0832-242000 – 0832.346903 www.teatrokoreja.com

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!