Feste di Pasqua: alcol, droga e Codice della strada ignorato

Tricase. In tutto il week end i carabinieri di Tricase hanno controllato 190 vetture per un totale 227 persone. Multe a raffica

TRICASE – In occasione delle festività pasquali si sono intensificati i controlli delle forze dell’ordine sulle strade salentine. Nei 18 Comuni di pertinenza dei carabinieri della Compagnia di Tricase, tali controlli hanno riguardato oltre 190 tra ciclomotori, motocicli, autovetture e camion per un totale di 227 persone identificate. 70 le contravvenzioni al codice della strada contestate ai conducenti più indisciplinati, la maggior parte delle quali continuano ad essere quelle per il mancato uso delle cinture di sicurezza, l’utilizzo dei cellulari senza auricolare o sistemi vivavoce nonché la guida in stato di ebbrezza. Ben nove, infatti, sono stati i conducenti trovati positivi al test dell’etilometro tutti denunciati in stato di libertà: N.E., 27enne di Corsano, Z.G., 44enne di Spongano, C.A., 41enne di Tricase, C.M., 45enne di Lecce, R.G., 24enne di Tricase, D.G., 45 di Acquarica del Capo, P.S., 30enne da Andrano, E.C., 34enne di Tricase, M.A., 25enne di Tricase, i quali si erano messi alla guida degli autoveicoli con un tasso alcolimetrico superiore di 0,8 gr/l. Tutti, al termine del controllo, hanno dovuto consegnare la patente ai carabinieri che li hanno controllati. Alto anche il numero delle persone segnalate poiché trovate in possesso, a scopo non terapeutico, di sostanze stupefacenti, in particolare marijuana e hashish: R.S., 16enne, L.S., 15enne, S.L., 21enne, M.L., 22enne, V.P., 22enne, C.C. 27enne, B.S., 21enne, D.M., 21enne, G.E. 17enne, B.M. 16enne, D.M. 38enne, M.G. 18enne, L.A. 17enne, S.C. 19enne, Z.M., 48enne, M.H. 34enne, tutti della zona, per un totale di 11,70 grammi di marijuana e 6,20 grammi hashish.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!