Pallamano. Sconfitta per i rosso azzurri

Campioni d'Italia battuti a Merano

Tanta l’amarezza dopo la sconfitta della Italgest Salento d’amare a Merano. Veramente un peccato per i rosso-azzurri e i loro supporters per una sconfitta davvero incredibile

I Campioni d’Italia hanno sempre condotto l’incontro sin dal primo minuto grazie ad un’arcigna difesa e un’eccellente vena realizzativa in fase offensiva. La serata si era aperta positivamente per la Italgest sotto l’imperiosità delle reti del “Lupo” Kovacevic e dell’ala bosniaca Milan Torbica, miglior realizzatore della compagine salentina con otto reti e dava l’impressione di potersi realizzare la fuga decisiva in classifica. Così non è stato. Dopo i primi trenta minuti – conclusi sul punteggio di 14-13 per i ragazzi di Ivanisevic–, nella ripresa i padroni di casa dell’Indata Merano hanno spinto sull’acceleratore, volando sul 26-22 in proprio favore a soli dieci minuti dalla fine. Il carattere e la determinazione dei Campioni d’Italia hanno consentito di riportare in sesto l’incontro: Torbica, Radovcic e Tarafino sono gli artefici del pesante parziale di 4-0 che vale il 26 pari. Ivancic e compagni sembrano in grado di uscire da una situazione complessa anche in quest’occasione. Al 54’: Radovcic ruba palla in difesa e nella ripartenza il pallone va a finire sui piedi del terzino meranese Leonardo Querin. Uno dei due direttori di gara opta per la sanzione di esclusione temporanea per l’argentino e tiro di punizione per la Italgest. Il secondo arbitro, però, ana la decisione del collega: palla riconsegnata al Merano. Gli animi dei Campioni d’Italia iniziano a scaldarsi, nei due minuti successivi Mondin e Cropanise lasciano in cinque i rosso–azzurri in seguito alle esclusioni di Lisicic e Ionescu, consegnando su un tappeto rosso la vittoria agli alto – atesini. I tre punti sarebbero valsi la fuga alla Italgest Salento d’amare, che, però, mantiene ugualmente la testa della classifica con sei punti di vantaggio sull’Indeco Conversano. Intanto, terminata la Seconda Fase, il campionato si divide in due tronconi: le prime quattro partecipano alla Poule Scudetto conservando i punti conquistati, mentre le ultime quattro prendono parte alla Poule Retrocessione. L’ultima fase del torneo inizierà sabato 29 Marzo, la Italgest sarà impegnata in casa contro lo Junior Fasano dell’ex Popovic. La rincorsa verso lo scudetto è cominciata…

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!