Cinque colpi contro i vigili

Nuovo atto intimidatorio in città

Non si esclude alcuna pista. Anche se Surbo è priva di amministrazione comunale non si può scartare l'ipotesi che i cinque proiettili esplosi contro la porta di ingresso della stazione dei vigili fossero un atto intimidatorio contro il Comune

Gli inquirenti non escludono collegamenti con gli attentati che si sono susseguiti tra fine 2006 ed inizio 2007. Allora, bersaglio delle intimidazioni fu Antonio Cirio, a quel tempo sindaco di Surbo. Oggi ancora non è chiaro chi i malviventi volessero colpire. Perché la città non ha più un’amministrazione: il sindaco ha rassegnato le sue dimissioni poco più di un mese fa. Fatto sta che nella scorsa notte qualcuno ha preso di mira la porta di ingresso del comando di Polizia municipale, esplodendo cinque colpi di pistola calibro 38. I proiettili sono stati trovati in corrispondenza dei fori nel legno del portone da Salvatore Caretto, comandante facente funzione. Tante le ipotesi al vaglio dei carabinieri. Intanto il commissario prefettizio ha chiesto la massima allerta.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!