Pennetta si ferma agli ottavi

Sconfitta della salentina a Wimbledon

Fine dell’avventura Wimbledon per Flavia Pennetta, tennista salentina bloccata agli ottavi di finale dall’avversaria francese. Ma lei non si scompone più di tanto. “Sono in un buon momento”, dice, sognando il suo mito Monica Seles.

E’ terminata ieri l'avventura londinese della salentina Flavia Pennetta che a Wimbledon ha perso contro la francese Mary Pierce. Tutto il Salento è con lei e applaude il risultato raggiunto: la qualificazione agli ottavi di finale di uno dei più prestigiosi tornei del mondo. La tennista salentina, testa di serie n. 26 del tabellone, l'altro ieri aveva battuto la greca Eleni Daniilidou in due set (6-4, 6-3) e, passando il terzo turno, aveva raggiunto gli ottavi. Si tratta del miglior risultato mai ottenuto in una prova dello Slam. Flavia aveva vinto con sicurezza e relativa facilità. “Ho giocato un gran match, non pensavo nemmeno io di poter andare così bene sull'erba – aveva commentato – La mia avversaria ha disputato una buona partita ma, per mia fortuna, non ha servito molto bene. Il risultato raggiunto qui è il coronamento di un lavoro che deve proseguire”. Prima di vedersela con la francese aveva detto: “Lei sta giocando benissimo. Io dovrò impostare la partita nella maniera corretta, altrimenti non avrò molte possibilità. Lei è reduce dalla finale del Roland Garros, ma anche io sono in buon momento”. La giovane tennista di casa nostra (è nata a Brindisi il 25 febbraio 1982), pratica il tennis dall’età di 5 anni, quando il padre Oronzo le mise in mano per la prima volta una racchetta. E' alta 1,72m e pesa 58 Kg; gioca il dritto con la destra e il rovescio a due mani. Predilige le superfici dure e veloci e il suo colpo migliore è il rovescio. La tennista a cui si ispira è Monica Seles. E sognando di diventare un giorno come il suo mito, archivia quest'esperienza con il massimo della serenità.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!