Salento fashion. Missione in Russia

La prima delle due tappe del programma di internazionalizzazione del Salento proposto dal Pit9

Il viaggio nell’Est avrà un carattere eminentemente operativo e punterà ad intercettare soprattutto quelle fasce di mercato medio-alte interessate alla qualità, all’eleganza e al fashion del Made in Italy, tutti elementi che peraltro ben definiscono le produzioni salentine del Sistema Moda

Le imprese del sistema moda salentino sono pronte per conquistare il mercato russo. San Pietroburgo, l’antica capitale dell’impero zarista, sarà la prima delle due tappe del programma di internazionalizzazione del Salento proposto dal Pit9. La seconda città della Federazione Russa, infatti, ospiterà le imprese salentine e la delegazione istituzionale dall’11 al 16 marzo, in occasione della fiera “Fashion Industry” che la città russa propone due volte l’anno, in marzo e in ottobre. La missione a San Pietroburgo è stata messa a punto l’11 febbraio scorso, durante un incontro tra i tecnici dell’Ufficio Pit9, gli imprenditori leccesi e rappresentanti della Federazione Russa. Il Museo dell’Ermitage e il Palazzo d’Inverno; la Prospettiva Nevskji e la chiesa del Salvatore sul Sangue Versato: sono tra le attrazioni turistiche più suggestive di San Pietroburgo. Per la delegazione delle imprese e dei comuni salentini sarà l’occasione per visitare una delle città più belle d’Europa, ma soprattutto per convincere le autorità e gli operatori commerciali russi ad investire sui prodotti del Sistema Moda del Salento. Il progetto, come si è detto, è stato illustrato durante un incontro da Umberto Vitali, coordinatore tecnico del progetto, e da Olga Amyrian, addetto della rappresentanza commerciale della Federazione Russa in Italia. Obiettivo dell’incontro dell’11 febbraio un’ulteriore, più capillare, azione di sensibilizzazione dell’imprenditoria territoriale, e soprattutto la puntualizzazione degli scopi della missione, che avrà un carattere eminentemente operativo e che punta ad intercettare soprattutto quelle fasce di mercato russo medio-alte interessate alla qualità, all’eleganza e al fashion del Made in Italy, tutti elementi che peraltro ben definiscono le produzioni salentine del Sistema Moda. “Per noi questo è solo il primo importante tassello di un percorso che ci auguriamo di poter rafforzare – sostiene Remigio Venuti, sindaco di Casarano, comune capofila del Pit9 – anche grazie alla rete istituzionale che sostiene il progetto”. Infatti, oltre al Pit9 sono coinvolti anche Regione Puglia, Provincia di Lecce, Camera di Commercio e Azienda speciale. La missione di San Pietroburgo non sarà l’unica. La delegazione del Pit9 ritornerà in Russia a maggio, stavolta nella capitale, per presentare i suoi prodotti dell’abbigliamento e calzature, della pelletteria e accessori, ma anche agro-industria, turismo, mobili arredo bagno, lavorazione della pietra. Il progetto dell’internazionalizzazione prevede anche un’azione negli Stai Uniti.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!