Ugo Lisi. “Un governo al Paese”

Una buona campagna elettorale

Ugo Lisi, componente del coordinamento nazionale An e responsabile del Dipartimento delle Politiche Sociali Regione Puglia si esprime sul problema governo che sta investendo l'Italia in questo periodo

Un gesto necessario, coerente con la situazione che la politica vive in questo momento. È tempo di dare un governo al Paese. Un governo forte, che affronti tutte le grandi emergenze che l’Italia ed in particolare il Meridione vivono in questo momento. No c’era altra scelta, non c’era governo tecnico o di larghe intese che potesse fare gli interessi dei cittadini. Sembrano del tutto pretestuose le parole di Walter Veltroni che, adesso, soltanto adesso, parla di occasione mancata per dare vita ad un esecutivo bipartisan. Davvero strano che chi ha voluto governare con un pugno di voti in più ed è stato sempre sordo alla voce dell’opposizione, soltanto ora, forse perché è diventato minoranza nel Paese, chieda a gran voce quel dialogo che ha sempre rifiutato. Il nostro auspicio è che questa breve campagna elettorale sia molto densa da un punto di vista dei programmi e dei temi da affrontare e poco incline alla propaganda. Con il senso di responsabilità che contraddistingue Alleanza Nazionale e l’intero centrodestra andremo esattamente in questa direzione. La politica deve darsi da fare per riconquistare l’affetto degli elettori e la sua credibilità istituzionale. Anche da questa campagna elettorale si giudicherà lo spessore della nostra classe dirigente. Ugo Lisi componente del coordinamento nazionale del Gruppo An e responsabile del Dipartimento delle Politiche Sociali Regione Puglia

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!