Aziende salentine a Fuoco

La fiera del riscaldamento

E' stata la prima volta in cui le aziende Caminopoli di Racale e Itakas di Collepasso si sono affacciate alla rassegna “Progetto Fuoco” di Verona. Grande successo alla fiera biennale specializzata nel riscaldamento domestico

Caminopoli ha conquistato il pubblico con la grande varietà e qualità dei suoi attrezzi e accessori per l'uso e la manutenzione del camino, mentre Itakas si è distinta per la fine fattura artigiana dei suoi camini in marmo e pietra leccese. Non è certo facile per le aziende meridionali inserirsi in un mercato così “nordico” come quello dei camini eppure il pubblico visitante ha gradito, e molto anche, le due proposte salentine. Ad onor del vero, i prodotti ed il servizio offerto da Caminopoli sono stati facilitati dall'importante presentazione dell'azienda pubblicata sull'ultimo numero de “Il Camino” dell'editore Di Baio. “E' stata davvero una bella esperienza” – riferisce Renato Manni, titolare dell'azienda di Racale di ritorno da Verona – “inizialmente abbiamo approcciato la fiera con qualche timore, eravamo come un piccolo 'Davide' in mezzo a tanti 'Golia', poi l'interesse del pubblico ci ha immediatamente rincuorato e ci siamo resi conto che la particolarità, la rarità e la lavorazione dei nostri articoli facevano il lavoro per noi. Devo riconoscere comunque che è risultata preziosissima la collaborazione del arch. Lavarini, direttore delle edizioni Di Baio, che nei giorni della fiera ci ha introdotto nell'ambiente dei più importanti produttori del settore”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!